La Calandriniana

La Calandriniana è un laboratorio d’arte in cui viene messo in piazza ciò che un artista generalmente fa nell’intimo del proprio studio, ma è anche un trampolino di lancio per giovani pittori che si affacciano al difficile ed affascinante mondo dell’Arte ed hanno voglia e coraggio di confrontarsi con una grande tela e con il pubblico attento, curioso e talvolta critico, che partecipa numeroso.

Da 40 anni la Calandriniana, infatti, anima le calde serate sarzanesi, ospitando artisti internazionali a lavorare per 15 giorni nel salotto di Piazza Calandrini. Quest’anno, però, assume un significato tutto nuovo, una voglia di ripresa, di riscatto e la ferma volontà di non rinunciare alla storia e alla cultura che hanno fatto grande la città di Sarzana.

In un periodo difficile ed incerto come questo, in cui la paura, l’insicurezza e la diffidenza sembrano farla da padrone, la Calandriniana ricorda che ogni crisi va affrontata con coraggio ed immaginazione, affinché possa trasformarsi in una sfida e in un’opportunità di crescita e rinnovamento.

Il suo ideatore e fondatore, il maestro Graziano Dagna, amava dire: “La Calandriniana è il vero luogo della creatività dove a prevalere è la cultura del «fare» le cose e non del «dire» attorno ad esse”. E mai come in questo periodo la concretezza del suo pensiero ci sembra una guida e un buon auspicio di rinascita!